scritti politici

Français    English    Italiano    Español    Deutsch    عربي    русский    Português
Disinformazione media
 
"Al Qaeda! Al Qaeda!", docu-film sulla diffamazione vista dalla parte delle vittime
19 ottobre 2012 | Mentre si discute la legge sulle pene per i giornalisti, l’opera racconta la storia di chi è stato stritolato dalla gogna mediatica. "Benvenuti sul palcoscenico della democrazia", "Come fabbricare il mostro in tv": sono le due frasi che gli autori hanno scelto per rappresentare il contenuto di "Al Qaeda! Al Qaeda!", un docu-film presentato ieri a Milano.


Un articolo di Charlie Skelton
L’opposizione siriana: Chi costruisce la narrazione?
19 luglio 2012 | I media sono stati troppo passivi verso le fonti dell’opposizione siriana, non hanno indagato sulla loro natura e sulle loro affiliazioni politiche. E’ giunto il momento di guardarle più da vicino


Guido Olimpio infine condannato
Quando il giornalismo è troppo amico dei servizi segreti
19 aprile 2012 | L’inviato speciale del Corriere della Sera condannato per un articolo sul quotidiano. Nelle settimane, mesi e anni che sono seguiti al 9/11 il Corriere della Sera Guido Olimpio è stato la maggiore fonte di allarmi nei confronti di persone, organizzazioni o paesi variamente musulmani. Una produzione incessante di analisi e di storie puntate come frecce prima contro i talebani e Bin Laden, poi contro Saddam e infine contro l’Iran.


Un articolo di Jeremy Salt
Verita’ e falsita’ in Siria
17 novembre 2011 | 23 motivi per cui non si dovrebbe accettare acriticamente la visione occidentale dell’ insurrezione in Siria.


Come 10.000 manifestanti si moltiplicano durante la notte per diventare 500.000
La storia di Hama
4 agosto 2011 | Questo luglio ho fatto un viaggio in Siria, col proposito di scoprire le origini l’attuale conflitto politico. Ho potuto vagare nel paese in piena libertà, da Dera, Damasco, Homs, Hama, Maraat-an-Numan, Jisr-al-Shigur, sul confine turco, persino a Deir-ez-Sor, tutti posti dove i media avevano segnalato scoppi di violenza.


Un articulo di Rashid Khalidi
La primavera araba e i media occidentali
12 marzo 2011 | Il cambiamento nella percezione degli arabi dimostra quanto superficiali e false fossero le immagini di questa regione mostrate dai media occidentali che vedevano in despoti brutali e corrotti l’unica opzione per controllare degli "individui indesiderabili".