scritti politici

Français    English    Italiano    Español    Deutsch    عربي    русский    Português
Siria
 
Monica Maggioni intervista il presidente siriano Bashar al-Assad (Video)
L’occidente parla di aiuto umanitario e nello stesso tempo impone un crudele embargo
27 ottobre 2013 | Il direttore di Rainews24 Monica Maggioni intervista il presidente siriano Bashar al-Assad. E’ la prima intervista del presidente siriano dopo la risoluzione del Consiglio di sicurezza dell’Onu sulle armi chimiche della Siria.


Dai castelli di Bellinzona uno striscione per la pace in Siria
11 ottobre 2013 | .


Articolo di Fernando Rossi
Occorre informare le persone cattoliche e cristiane di ciò che i terroristi addestrati e finanziati dall’Europa e dalla NATO fanno ai cristiani siriani
11 settembre 2013 | Da 28 mesi la Siria è aggredita da terroristi affiliati ad Al Qaeda, ad Al Mussra, ai Salafiti (che perseguono l’ideale di un grande califfato sul pianeta e teorizzano che l’alleanza con USraele e le monarchie del Golfo è un passaggio obbligato per eliminare i concorrenti nella guida dell’Islam e per armarsi e addestrarsi in modo da poter poi attaccare l’occidente) o semplicemente attratti dal compenso mensile erogato loro dai monarchi sauditi.


Syria: Maalula, uno dei tre luoghi dove ancora si parla l’Aramaico, invasa dai terroristi
5 settembre 2013 | Mentre la disinformazione strategicamente mirata millanta una telefonata mai avvenuta fra il presidente siriano Bashar al Assad e il pontefice, durante la quale Papa Francesco avrebbe chiesto di allentare la repressione sui “ribelli”, ieri un gruppo di questi ha attaccato l’antica città di Maalula, con il solito contorno di uccisioni di civili e distruzione di case, monasteri e chiese.


Per la pace in Siria
4 settembre 2013 | .


Un articolo di Dale Gavlak e Yahya Ababneh
Siria: i ribelli usano armi chimiche saudite
1 settembre 2013 | .


Patriarca di Antiochia: l’attacco Usa è un atto criminale
28 agosto 2013 | Gregorio III Laham, a poche ore dall’attacco in Siria, sottolinea che l’azione militare colpirà la popolazione e non è meno grave dell’uso di armi chimiche.


Un articolo di Finian Cunningham
L’occidente perde su tutti i fronti della Siria
18 luglio 2013 | Non solo sono Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia perdono nella loro criminale guerra segreta per un cambio di regime in Siria, ma i terroristi di Stato sprofondano anche sul fronte della propaganda. Tale associazione a delinquere era destinata a fallire, prima o poi. Ora, sotto il peso di falsità e menzogne, implode. L’arrivo del team di ispezione sulle armi chimiche delle Nazioni Unite, questa settimana a Damasco, segna un’altra mazzata contro i malvagi piani occidentali sulla Siria.


Ingerenza in Siria (Video)
20 giugno 2013 | Video della conferenza organizzata da Istituto Internazionale per la Pace, Giustizia e Diritti dell’Uomo (IIPJHR), Unione dei giuristi arabi, Unione delle donne arabe, svoltasi il 12 giugno scorso presso l’Università di Ginevra. Con gli interventi di Mahdi Nazemroaya (in inglese), Maria Saadeh, Ahmed Manai, Ayssar Midani (in francese).


Un articolo di Mahdi Darius Nazemroaya
La Storia delle armi chimiche viene utilizzata per nascondere la sconfitta dei ribelli in Siria
9 giugno 2013 | La tempistica dei ripetuti attacchi di Tel Aviv alla Siria, nel maggio 2013, e l’avvio di un’altra serie di accuse e tensioni tra il governo turco e la Siria, e le conseguenti autobombe nella città turca di Reyhanli dicono molto.


Lezioni storiche che l’Occidente non vuole imparare: Sinistre similitudini tra Siria e Iraq
1 giugno 2013 | Si sa che, dopo la I° Guerra Mondiale, Gran Bretagna e Francia crearono il moderno Medio Oriente dividendo quello che era stato l’Impero Ottomano. Le frontiere di nuovi Stati come l’Iraq e la Siria furono determinate in base agli interessi e alle necessità britannici e francesi. I desideri degli abitanti locali generalmente furono ignorati.


“Quando potremo tornare?’”
15 maggio 2013 | .


Un articolo di Seth Rutledge
Siria: Il movimento democratico contro il nemico invasore
9 aprile 2013 | È da un po’ di tempo che Bashar al-Assad viene demonizzato dai media tradizionali e da quelli cosiddetti “alternativi” che lo descrivono come un feroce dittatore. In realtà Bashar è un riformatore che ha fatto molto per promuovere le cause della democrazia e della libertà. È invece l’opposizione con i suoi fiancheggiatori stranieri a rappresentare gli elementi più repressivi dell’ex partito al potere in Siria. Per capirlo pienamente è utile esaminare il contesto storico dell’attuale crisi.


Un articolo di Mario Villani -
SOS Siria – Abbandonati nell’Indifferenza tra le Bugie dei Media
24 gennaio 2013 | Migliaia di Profughi in fuga dalla Siria, esposti al gelo ed alla crudeltà dei signori della guerra Dall’Ex Jugoslavia alla Siria, le Bugie propagandistiche Occidentali per proteggere gli Interessi dei Signori della Guerra


Siria, un universo parallelo. Intervista ad Anastasia Popova
11 gennaio 2013 | Pressenza ha rilanciato di recente un articolo scritto da Silvia Cattori, che riprendeva un documentario di Anastasia Popova trasmesso dal canale Russia 24 . La pubblicazione ha suscitato elogi e critiche per il punto di vista sugli eventi in Siria molto diverso da quello che sta circolando nei mass-media europei.


Un ex ufficiale dell’intelligence francese si ribella alla strategia suicida della Francia in Siria
8 gennaio 2013 | Secondo un ex ufficiale dell’intelligence francese, “la crisi siriana ha risvegliato l’orso russo … Assad tiene, e noi dobbiamo cambiare la nostra politica.”


Un articolo di Pepe Escobar
Per chi suona la campana della Siria
30 dicembre 2012 | La maggiore tragedia geopolitica del 2012 è destinata ad essere la maggiore tragedia geopolitica del 2013: lo stupro della Siria.


Un articolo di Robert Fisk
Bashar al-Assad, la Siria e la verita’ sulle armi chimiche
9 dicembre 2012 | Più grande la bugia, più la gente la crederà. Sappiamo tutti chi ha pronunciato questa frase - ma funziona ancora. Bashar al-Assad possiede armi chimiche. Egli può usarle contro il suo popolo . Se lo fa, l’Occidente non starà a guardare. Abbiamo già sentito tutte questa cose lo scorso anno - e il regime di Assad più volte ha ribadito che se - avesse armi chimiche, non le userebbe mai contro il suo popolo.


Un articolo di Mahdi Darius Nazemroaya
Il balzo dell’ADM: Il governo siriano non userà le armi chimiche contro i suoi stessi cittadini
7 dicembre 2012 | La Siria non userà armi chimiche o biologiche contro il proprio popolo. L’amministrazione Obama e compagnia stanno solo riciclando gli stessi pretesti utilizzati mesi prima contro Damasco.


Intervista esclusiva concessa da Bashar al Assad a Russia Today
Bashar al Assad: "Siamo l’ultimo baluardo della laicità, della stabilità e della convivenza nella regione"
12 novembre 2012 | In un’intervista esclusiva a Russia Today, Bashar al Assad, presidente della Siria, parla del ruolo destabilizzante svolto dall’Occidente nel conflitto siriano, rivela perché alcuni paesi hanno paura di dichiarare il loro sostegno al governo, a quali condizioni si può raggiungere la pace e che cosa accadrà nel caso di un intervento straniero.


Un articolo di Bill Van Auken
I "ribelli" siriani filo-USA sbandati alla conferenza del Qatar
7 novembre 2012 | I quattro giorni del vertice di Doha, la capitale del Qatar, degli elementi filo-occidentali che appoggiano il rovesciamento del governo siriano, hanno avuto iniziato nel caos, dopo la richiesta, la scorsa settimana, della segretaria di Stato degli USA Hillary Clinton per una ristrutturazione della cosiddetta leadership dei ribelli.


Un articolo di Alexandre Latsa
Una dichiarazione di guerra contro la Russia?
2 novembre 2012 | Recentemente un noto teologo sunnita, lo sceicco Youssef Qaradawi ha fatto dei commenti alquanto sorprendenti e inaspettati, affermando semplicemente che “Mosca (la Russia) è recentemente diventata un nemico dell’Islam e dei musulmani, il nemico numero uno ( …) e la Russia è responsabile della morte dei civili in Siria.”


Intervista a Jeremy Salt
La riprogettazione della mappa del Vicino Oriente
6 ottobre 2012 | Jeremy Salt è professore di Storia e Politica del Medio Oriente all’Università di Bilkent presso Ankara. Il suo libro La distruzione del Medio Oriente è un brillante resoconto degli ultimi cent’anni di storia della regione, libero da clichés “orientalisti”. Abbiamo chiesto al Professor Salt di dare una spiegazione all’attuale trasformazione del Medio Oriente includendo l’intricata questione curda. I Curdi in Siria, Iraq, Iran e Turchia non smettono di parlare dell’emergere di un Grande Kurdistan.


Un articolo di Pepe Escobar
Ecco perché il Qatar vuole invadere la Siria
1 ottobre 2012 | L’Emiro del Qatar sta cavalcando l’onda del successo, statene pur certi. Che entrata in scena all’Assemblea generale delle Nazioni Unite, a New York! Lo sceicco Hamad bin Khalifa al Thani ha richiesto nientepopodimeno che una coalizione araba “disposta” a invadere la Siria. (*)


Un’analisi di Ghaleb Kandil
I piani turco-statunitensi in Siria: miraggi e illusioni
4 settembre 2012 | Gli Stati Uniti e la Turchia hanno incrementato il loro intervento diretto in Siria, per rafforzare il numero, gli equipaggiamenti e le prerogative dei centri di direzione delle operazioni militari. Le dichiarazioni degli ultimi giorni suggeriscono che si sta preparando una nuova fase dell’aggressione contro la Siria.


Intervista con il Presidente siriano
30 agosto 2012 | Il 29 agosto 2012, il canale televisivo satellitare Dunia ha incontrato il Presidente Bashar al Assad. L’incontro è stato focalizzato sugli eventi in corso in Siria.


Un’analisi di Ghaleb Kandil
Perché la Siria non cadrà
26 agosto 2012 | I recenti sviluppi in Siria hanno rivelato una serie di segni importanti che avranno ripercussioni decisive sulla guerra globale degli Stati Uniti per distruggere questo paese. A differenza delle informazioni e delle impressioni degli strateghi statunitensi e dei loro complici europei e arabi, trasmessi da centinaia di media impegnate nella battaglia, gli squadroni della morte, i mercenari e i gruppi takfiristi provenienti da tutto il mondo, hanno subito una pesante sconfitta in battaglia.


Un articolo di Doug Mataconis
I ribelli siriani responsabili del massacro di Houla
12 giugno 2012 | Uno dei più importanti quotidiani tedeschi il Frankfurter Allgemeine Zeitung pubblica un nuovo report che attribuisce la strage di Houla ai ribelli sunniti anti Assad.


Un’analisi di Alastair Crooke
Il ‘grande gioco’ in Siria
9 giugno 2012 | Questa analisi, pubblicata da Alastair Crooke nel mese di ottobre 2011, non ha perso la sua rilevanza.


Un articolo di Antonella Appiano
Siria. Le domande da porsi
2 giugno 2012 | Dopo il massacro di Houla, la soluzione politica è ancora l’unica strada da percorrere.



1 | 2