scritti politici

Français    English    Italiano    Español    Deutsch    عربي    русский    Português

"Al Qaeda! Al Qaeda!", docu-film sulla diffamazione vista dalla parte delle vittime

Mentre si discute la legge sulle pene per i giornalisti, l’opera
racconta la storia di chi è stato stritolato dalla gogna mediatica.
"Benvenuti sul palcoscenico della democrazia", "Come fabbricare il mostro in tv": sono le due frasi che gli autori hanno scelto per rappresentare il contenuto di "Al Qaeda! Al Qaeda!", un docu-film presentato ieri a Milano.

19 ottobre 2012

Il film di Giuseppe Scutellà, scritto anche da Luca Bauccio e da Walter Baroni, è tratto dal libro "Primo, non diffamare" di Bauccio e si è avvalso della collaborazione di Pier Luca Santoro, social media manager. Un film che, in un momento in cui si discute di cambiare la legge sulla diffamazione a mezzo stampa, dopo la condanna del direttore del Giornale Alessandro Sallusti, guarda all’argomento dall’altra parte, da quella delle vittime.

Il docu-film racconta storie vere di persone che sono finite alla gogna mediatica: da Beppino Englaro a Youssef Nada, indicato falsamente come il banchiere del terrorismo islamico. Insieme ci sono "le storie di tante persone comuni, tutte unite dall’unico denominatore: l’avere incontrato sulla loro strada il loro diffamatore, il carnefice che ha tolto loro l’onore, la reputazione, l’identità" come spiega Santoro.

Il film sarà diffuso attraverso in rete e su iTunes, oltre che in dvd.

Il trailer del film:

Il Gazzettino.it , 19 Ottobre 2012.

Fonte:
http://www.gazzettino.it/articolo.php?id=226307&sez=SPETTACOLO#

Sullo stesso argomento, vedi anche:
- « Il giornalista Guido Olimpio condannato per le sue calunnie - Intervista a Luca Bauccio », di Silvia Cattori, 9 febbraio 2012.
http://www.silviacattori.net/article2792.html