scritti politici

Français    English    Italiano    Español    Deutsch    عربي    русский    Português

Le esazioni dei servizi di spionaggio di Mahmoud Abbas
Un giovane uomo muore sotto tortura in una prigione palestinese

Apprendiamo che un palestinese, Haitham Abdallah Amr, di 33 anni, non è riuscito a sopravvivere alle violenze ed alla sevizia dei suoi torturatori palestinesi, a Hébron, in una prigione del servizio di spionaggio dell’illegittima autorità palestinese di Mahmoud Abbas.

2 luglio 2009 | - : Palestina

Questo giovane palestinese è morto oggi (lunedì 15 giugno 2009) a seguito delle torture che gli hanno fatto subire agenti di spionaggio palestinesi che lo interrogavano [1]. Agenti che sono stati formati, istruiti a questo scopo, in Giordania, da agenti della CIA e del Mossad.

Questo giovane uomo risiedeva in un villaggio vicino a Hébron. I servizi di sicurezza di Mahmoud Abbas lo hanno fermato il 10 giugno perché era membro del consiglio d’amministrazione di un’organizzazione di carità islamica. Non era colpevole di nulla. Era un bravo palestinese che si preoccupava di alleviare le sofferenze del suo popolo.

Il governo legittimo del Hamas, a Gaza, che la Comunità internazionale rifiuta di riconoscere, condanna la morte di questo giovane uomo torturato da queste bestie che lavorano per Israele nell’ambito del servizio di spionaggio di Mahmoud Abbas.

Ciò è insopportabile. Questo non sarebbe mai dovuto avvenire. Questo deve cessare. È intollerabile che fazioni palestinesi possano torturare, fermare, uccidere i loro fratelli. [2]

Non è il primo palestinese che muore sotto le torture degli uomini dell’autorità palestinese, nell’indifferenza ed il silenzio dei partner occidentali del regime di Ramallah e dei suoi rappresentanti all’estero.

Non abbiamo mai compreso i responsabili del OLP, né gli ambasciatori dell’autorità palestinese, condannare le violenze dei servizi di sicurezza palestinesi di Mahmoud Abbas contro i loro compatrioti. Ambasciatori d’altra parte illegittimi, da quando il governo Hamas è stato eletto nel 2006 e il mandato del Sig. Abbas è caduto.

Non basterebbe che i partiti e i dirigenti della solidarietà nel mondo, preoccupati della giustizia, cessassero di affiancarsi agli ambasciatori e ai rappresentanti di un regime che collabora con l’occupante israeliano e massacra i suoi bambini?

Silvia Cattori

Articolo tradotto per www.risorsetiche.it da Daniele C. (02.07.2009):
http://www.risorsetiche.it/master_available.php?id=5889&lang=ita

Articolo originale in francese (15.06.2009):
http://www.silviacattori.net/article858.html



[1Amr è il quinto simpatizzante di Hamas a morire sotto la tortura degli agenti dell’AP.

[2Vedere: “Uccidere per guadagnarsi pane”, di Sattar Kassem, 8 giugno 2009.